MANDOLA

La mandola è uno strumento musicale a plettro. Appartiene alla famiglia dei liuti, che discendono dall’oud Arabo arrivato in Europa nel medioevo.

La mandola ne è una variante italiana di origine cinquecentesca, affine al mandolino insieme al quale si è evoluto ed è entrato a farne parte della famiglia.

Oggi completa la famiglia del Mandolino insieme al Mandoloncello e al Mandolone.

Di solito la Mandola ha il fondo bombato e a doghe come il Mandolino, anche se, sempre più, sta prendendo piede la mandola a fondo piatto, più agevole e pratica da essere suonata dai musicisti.

Accordatura della Mandola e i diversi modelli

La mandola ha otto corde organizzate in quattro cori accordati all’unisono.

Esistono due tipi di Mandola:

  • La mandola tenore che presenta la stessa accordatura del mandolino ma un’ottava sotto (sol, re, la, mi). Il diapason misura circa 44 cm;
  • La mandola contralto che è accordata come la viola, una quinta sotto al mandolino (do, sol, re, la). Il diapason di 40,5/41 cm.

Utilizzo della Mandola nella musica colta e nella musica popolare

  • La mandola contralto è utilizzata nelle orchestre a plettro dove ricopre il ruolo che la viola svolge in orchestra.
  • Nella musica popolare, però, la mandola tenore viene preferita alla mandola contralto per la facilità dell’accordatura simile al mandolino.
  • La mandola è utilizzata come strumento melodico, armonico e ritmico.

    Recentemente anche la musica celtica ha adottato la mandola nel suo organico anche se le ultime due corde dello strumento musicale possono essere cambiate nell’accordatura. Infatti, sotto l’influsso dell’irish bouzuki, le due corde più gravi vengono accordate all’ottava anziché all’unisono.

    La Mandola nel duo Cordaminazioni

    Nel duo Cordaminazioni la mandola è suonata dal maestro Luca Fabrizio e dialoga con la Chitarra Battente del maestro Marcello De Carolis in vari brani tipici del Sud Italia.

    La mandola utilizzata dal maestro Luca Fabrizio è una mandola tenore.

    Nel loro primo disco Cordaminazioni la mandola e la chitarra battente dialogano sulle note di: “A sud di Mozart” di Eugenio Bennato e la “Tarantella” di Antonio Calsolaro.